Chiara Albertin

Mi chiamo Chiara, sono un' architetto (l'apostrofo non è un errore!). Sono nata e vivo un paesino ai piedi dei Colli Euganei a stretto contatto con la natura. Appartengo alla generazione che come centro estivo frequentava la casa dei nonni e come chat di gruppo aveva la piazza.

Aver frequentato la facoltà di Architettura dello IUAV a Venezia, città di forti contrasti, mi ha insegnato ad aprire la mente al mondo e alle ispirazioni più diverse pur mantenendo un forte legame con la tradizione.

Il sottile equilibrio tra il costruito e il suo intorno, mi ha sempre spinto a ricercare un dialogo progettuale tra quello che produceva la mia matita, in termini di linee e simmetrie e quello che circondava l'edificio e mi sono resa conto che chi progetta spesso non è in grado di confrontarsi con l'esterno con il risultato che i cortili, i giardini e le terrazze, non diventano mai temi progettuali e il più delle volte rimangono in sospeso, incompiuti o peggio, usati come contenitore degli avanzi di cantiere. Delusa da questo approccio sterile e da un lavoro che non riusciva a dialogare in modo armonioso con la natura, ho accantonato per un po' il lato più operativo della professione dell'architetto e ho affrontato progetti di vita e lavorativi (tra cui consulenze tecniche per aziende, servizi di visual merchandising, social media marketing, allestimenti, un'attività imprenditoriale autonoma) che mi hanno permesso di rivolgere la mia creatività e il mio senso estetico in altri ambiti.

Ho imparato che nel lavoro non serve essere bravi da soli, è meglio “fare rete” e mirare all'integrazione piuttosto che alla separazione. Ecco perché, insieme ad un gruppo di imprenditrici, ho contribuito a fondare l' Associazione di rete di imprese “Este in centro” (che con Confesercenti è diventato un progetto pilota in Italia).

 

Grazie ad un corso di specializzazione ho ri-scoperto il legame tra architettura e natura, ripreso in mano righelli e matita (anche il pc, certo!), inventandomi un nuovo modo di lavorare.

Ammetto di non avere il pollice verde, ma fare parte di un team con competenze differenti, ti arricchisce e ti fa imparare molto (la mia terrazza, i miei pomodori, il basilico e i fiori tutti ringraziano).

Sono curiosa e appassionata, possiedo un'innata capacità di scoprire la bellezza nelle cose semplici, quotidiane e imperfette che fanno parte della vita di tutti i giorni e che aiutano a guardarla con rinnovato stupore. Continuo a studiare, creare, inventare e insieme a questo nuovo team voglio mettere in campo tutte le mie energie e competenze per rendere bello quello che circonda il mio cliente, dentro e fuori dall'edificio, in connessione con la natura.

CONTATTACI

COME POSSIAMO AIUTARTI

SOCIAL MEDIA

pinterest.png
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now